L’A.V.I.  “Associazione Valtellina Intagliatori”  in Val Gardena.

 

     Per ogni intagliatore o scultore del  legno, il punto di riferimento territoriale è “in primis” la Val Gardena, valle di lingua ladina del Sud Tirolo, dove la scultura del legno, nata nel 1600, ha una tradizione di prim’ordine e  fa da traino al turismo locale.  In ogni paese ci sono laboratori e negozi dei prodotti  lignei e la scuola professionale provvede continuamente alla preparazione di nuovi artisti.   Il gruppo trainante di tutta l’ industria-artigianato artistico della valle è costituito dalla Cooperativa Unika che riunisce sessanta tra i più quotati e geniali artisti-scultori-intagliatori.   Ogni anno, a Settembre, questi maestri organizzano una grande mostra dei loro prodotti, lavorati esclusivamente a mano, che prende il nome di  “UNIKA - scultori in fiera” e dura tre giorni.  Le opere degli artisti si possono poi vedere tutto l’anno nella “Galaria Unika” a Ortisei e nel Museo civico.

 

     Si tratta dell’ esposizione di opere uniche, con grande valore artistico, dove la vena di ogni scultore si esprime in modo eccelso. La mostra attira da ogni parte una grandissima quantità di visitatori, intagliatori e scultori che qui vengono a contemplare le grandi opere lignee e prendere idee e soprattutto insegnamenti.

 

     Anche l’A.V.I. Associazione Valtellina Intagliatori, nata nel settembre 2010, con oltre cento soci, non poteva dimenticare l’avvenimento e ha organizzato nei giorni 2 - 3 e 4 Settembre  una visita in Val Gardena, avendo da tempo instaurato un rapporto di collaborazione con la scuola professionale gardenese e con i grandi maestri che possono essere considerati la massima espressione dell’ arte della scultura del legno a livello mondiale, degni successori del grande bellunese Andrea Brustolon che abbiamo visto in una grande esposizione, a Belluno e dintorni, due anni fa’.

 

     E’ quasi pleonastico esprimere la soddisfazione dei 42 partecipanti che, nei saloni dell’ esposizione, hanno potuto ammirare le opere uniche e gli stessi maestri che dimostravano la loro preparazione, scolpendo le opere davanti agli occhi ammirati dei visitatori.

 

     Il ricco catalogo della mostra è esso stesso un prezioso ricordo che offre a noi intagliatori numerosissimi spunti di riflessione e di formazione e crescita personale. Non possiamo tralasciare di dire che, nel mese di ottobre, avremo il piacere  di ospitare il Maestro gardenese Filip Piccolruaz che terrà a Chiuro, nella sede dell’ A.V.I., donata dal Comune di Chiuro, un corso accelerato di scultura tutto tondo di cinque giorni, da lunedì 24 a venerdì 28 Ott. per un totale di 40 ore molto intense di lavoro, per 10 allievi che già hanno frequentato corsi base dello stesso tipo, dopo aver seguito i corsi tenuti dal maestro Guido Combi a Chiuro, sempre organizzati dall’A.V.I, in collaborazione con la Biblioteca Comunale Lugi Faccinelli.

 

     La gita in Val Gardena ci ha permesso di visitare altre realtà culturali, storiche e paesaggistiche dell’ Alto Adige e del Trentino come l’ Abbazia di Novacella a Bressanone, la città di Bressanone, le valli  Gardena, Dega e di Fassa. In quest’ultima, a Canazei, abbiamo assistito alla ”Festa di fine estate” con la sfilata dei costumi tipici, bande e gruppi folcloristici.

 

     Le bellezze naturalistiche delle Dolomiti con le loro cime dalle pareti strapiombanti, i conosciutissimi  Monti Pallidi, Patrimonio dell’Umanità,  hanno fatto da magnifica cornice, questa volta non intagliata da noi nel legno, alle nostre giornate.

 

     Dopo questa parentesi culturale, l’ A.V.I. riprende la sua attività con l’ inizio dei corsi di intaglio ornamentale, la prima settimana di Ottobre, a cui seguiranno, a fine Novembre inizio Dicembre, quelli di scultura tenuti dai nostri maestri locali.